Per quanto tempo è valida l’ESTA?


Per quanto tempo è valida l’ESTA?

Informazioni generali sul sistema ESTA

Nel quadro del Programma di esenzione dal visto applicato in 22 paesi europei e 5 asiatici, è stato attuato il sistema ESTA o Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio. Permette ai cittadini provenienti da questi paesi di entrare negli Stati Uniti senza bisogno di un visto. L’Italia figura tra i paesi membri del programma. 

Obbligatoria a partire dal 12 gennaio 2009, la procedura si effettua esclusivamente via internet e si applica ai soggiorni turistici, d’affari e di transito che non superino i 90 giorni. Gli ingressi via terra dal Canada o dal Messico non sono interessati.

Preoccupate di rafforzare la sicurezza negli aeroporti e sul territorio, le autorità statunitensi hanno attuato questo sistema di filtraggio prima di accettare l’ammissione di un viaggiatore. Il fatto di provenire da uno di questi paesi non comporta tuttavia un’eleggibilità automatica all’ESTA. Ogni inoltro di richiesta ESTA è individuale e condizionato al pagamento di una tassa forfettaria.

Per prevenire qualunque rifiuto suscettibile di ritardarne il soggiorno, è consigliato ai viaggiatori di rispettare un margine di 72 ore prima della partenza per il trattamento dei dati. Chi si è visto rifiutare una richiesta ESTA deve passare per i servizi consolari statunitensi per chiedere un visto.

 

La validità di un’autorizzazione ESTA

Un’autorizzazione ESTA è valida per una durata di due anni a partire dalla sua data di emissione.

Se il passaporto del viaggiatore scade prima di questa scadenza, non è più valida a partire dalla scadenza del passaporto. Con una singola autorizzazione ESTA si possono effettuare più soggiorni. Si noti che soltanto i passaporti elettronici, biometrici o a lettura ottica sono adatti. Per quanto riguarda le informazioni da comunicare nel formulario ESTA, i cognomi e i nomi devono figurare come appaiono nel passaporto.

Dopo l’approvazione, si consiglia vivamente di stampare il formulario e di conservarne due esemplari. Il primo per il viaggio, il secondo da archiviarsi in caso di viaggi futuri, le informazioni contenute nel formulario torneranno utili.

 

Le precauzioni da prendere richiedendo un’autorizzazione ESTA

Il nostro sito è specializzato nel supporto e nel servizio per l’ottenimento dell’ESTA. Cliccate qui per accedere al nostro formulario integralmente in italiano.

I nostri servizi comprendono un’assistenza, delle istruzioni redatte in lingua italiana e la verifica della validità delle informazioni.

Per i richiedente che effettuano essi stessi la loro richiesta, è consigliabile dedicare del tempo alla compilazione del formulario per prevenire gli errori. Se si commette un errore sul nome identificativo o sul numero del passaporto, è necessario procedere ad una nuova richiesta.

Gli altri dati possono essere modificati attraverso la funzione di aggiornamento.

Un’autorizzazione ESTA deve essere rinnovata in caso di cambio di passaporto o di cambio di dati identificativi. Tutti i viaggiatori che si recano negli Stati Uniti devono disporre di un biglietto di ritorno e di prove di solvibilità, come delle carte di credito.

 

Come viaggiare negli Stati Uniti quando l’ESTA non è più valida?

Come abbiamo appena spiegato, è fondamentale che l’autorizzazione ESTA di cui si è in possesso sia valida al momento della partenza per gli Stati Uniti e che le informazioni personali non siano cambiate a quel momento. Se le cose non stanno così e l’ESTA è scaduta, dovete semplicemente rinnovarla.

Ma diversamente da certi documenti ufficiali giunti a scadenza, come la carta d’identità, in questo caso non si tratta di un vero e proprio rinnovo automatico ma piuttosto di una nuova domanda. Ciò significa che dovrete effettuare nuovamente l’insieme delle procedure necessarie e riempire tutti i campi del formulario come se si trattasse della prima domanda di ESTA.

Dovrete anche pagare nuovamente le spese di trattamento del dossier.

Infine è importante notare che il fatto che la vostra domanda di ESTA sia stata accettata la prima volta non implica che necessariamente venga di nuovo accettata. Se la vostra situazione è cambiata, infatti, o se le regole di ingresso negli Stati Uniti sono state modificate, è possibile che le autorità in carico dell’immigrazione decidano di rifiutare questa nuova autorizzazione al viaggio.