Le alternative in caso di rifiuto di autorizzazione ESTA

Non tutte le richieste di autorizzazione ESTA inoltrate alle autorità interne vengono necessariamente accettate. Il formulario ESTA, infatti, non si applica ai viaggiatori che desiderano recarsi negli Stati Uniti ma che non sono originari di un paese affiliato al programma VWP. Peraltro, anche i richiedenti provenienti da un paese che fa parte del Programma VWP possono vedersi rifiutare l’autorizzazione ESTA. È soprattutto il caso delle persone che desiderano rimanere sul territorio statunitense più di 90 giorni.  

Fare domanda di ESTA
Valutazione: 4.17 48 voti

Le varie cause di rifiuto dell’autorizzazione ESTA

L’autorizzazione garantisce infatti solo le richieste di soggiorno che non superino i 90 giorni. Possono vedersi rifiutare l’autorizzazione di soggiorno o transito negli USA anche i viaggiatori i cui dati personali registrati sul passaporto non concordino con quelli menzionati nel formulario ESTA. È il caso anche dei richiedenti che utilizzano un passaporto temporaneo o un passaporto scaduto.

Inoltre il fatto di riempire in maniera scorretta il formulario ESTA può comportare un rifiuto dell’autorizzazione. Le domande cui bisogna rispondere con sì o no non richiedono ulteriori specifiche.

Inoltre alcune informazioni personali specificate nel formulario possono influenzare la decisione delle autorità interne. È il caso dei richiedenti colpiti da malattie contagiose, dei cittadini stranieri che abbiano commesso atti criminali e delle persone sospettate di essere implicate in eventuali atti di terrorismo. I richiedenti che rispondono a questi profili possono vedersi proibire l’ingresso negli Stati Uniti.

 

Le pratiche da seguire in caso di rifiuto di un’autorizzazione ESTA

Poiché il formulario ESTA è destinato a filtrare eventuali terroristi e criminali, le persone che hanno risposto sì alle domande relative a questi reati si vedranno rifiutare la richiesta di autorizzazione ESTA. Tuttavia, i richiedenti che hanno commesso degli errori o delle omissioni nel riempire il formulario ESTA, possono inoltrare una nuova richiesta rispettando un intervallo di 10 giorni tra le due richieste.

È importante, quindi, badare a che le informazioni personali specificate nel passaporto e quelle nel formulario concordino per evitare un nuovo rifiuto.

Per le persone provenienti da paesi non affiliati al programma  VWP la richiesta di un visto è una pratica indispensabile.

Per gli stranieri che mantengono il loro progetto di viaggio negli Usa nonostante il rifiuto dell’autorizzazione ESTA, è necessario procedere ad una domanda di visto presso i servizi consolari dell’Ambasciata degli Stati Uniti nel loro paese d’origine.

Si noti che quando un’autorizzazione ESTA viene rifiutata, i motivi di rifiuto non vengono comunicati ai richiedenti.

Peraltro, in occasione dell’appuntamento ottenuto presso l’ambasciata statunitense per ottenere un visto di breve soggiorno, il personale incaricato dell’incontro non è in grado di fornire informazioni al richiedente riguardo al rifiuto della sua autorizzazione ESTA.

Inoltre, è anche necessario notare che non vengono concessi appuntamenti d’urgenza da parte dell’Ambasciata degli Stati Uniti per i viaggiatori il cui formulario ESTA è stato rifiutato. È quindi necessario conformarsi alle procedure classiche di richiesta di visto per potersi recare negli USA.

 

È possibile conoscere le ragioni di un rifiuto di autorizzazione al viaggio ESTA?

Sebbene la risposta alla domanda di autorizzazione al viaggio ESTA sia il risultato di uno studio serio del vostro dossier, gli agenti dell’immigrazione in carico della pratica non sono obbligati a tenervi informati sulle ragioni di tale rifiuto.

Riceverete quindi semplicemente un‘e-mail per informarvi che la vostra domanda è stata rifiutata senza altre spiegazioni e non vi sarà possibile sapere per quali ragioni tale autorizzazione non è stata accordata.

Sta a voi quindianalizzare le varie cause di rifiuto che abbiamo esposto qui per determinare quale vi riguarda e sapere così se siaopportuno o meno sottomettere una nuova domanda di ESTA oppure inoltrare una domanda di visto presso l’Ambasciata.

In ogni caso, se avete ricevuto un rifiuto di autorizzazione al viaggio è inutile tentare di partire come previsto perché l’imbarco vi sarà proibito dalla compagnia aerea e, anche ammesso che riusciate ad imbarcarvi, non sareste poi autorizzati ad entrare in territorio statunitense una volta sbarcati.

 

È possibile ottenere un’autorizzazione ESTA dopo un primo rifiuto?

Come detto in precedenza, il fatto di aver ottenuto un rifiuto ad una domanda di autorizzazione ESTA online non significa necessariamente che non sia possibile recarsi negli Stati Uniti utilizzando un altro tipo di autorizzazione come il visto. Inoltre, esiste anche la possibilità di effettuare una nuova domanda di ESTA lasciando passare un periodo di 10 giorni a contare dalla notifica del rifiuto.

Ovviamente, se la nuova domanda ricalca esattamente la prima riceverete certamente la stessa risposta ovvero un rifiuto da parte delle autorità incaricate di esaminare la pratica ma, in certi casi specifici, la nuova procedura di domanda può portare all’accettazione della stessa.

Per esempio, se la vostra ESTA è stata rifiutata a causa di un semplice errore al momento della compilazione del primo questionario ci sono ottime probabilità che la seconda domanda venga accettata, a condizione che gli altri criteri siano rispettati. Sono cose che possono succedere ed è per questo motivo che si deve fare molta attenzione quando si risponde al questionario e rileggere con cura l’insieme delle risposte prima di inviarle. Sappiate infatti che non è in nessun caso possibile modificare semplicemente le risposte che hanno portato al rifiuto dell’autorizzazione ESTA e che sarà necessario rifare interamente la procedura dall’inizio pagando nuovamente le spese.

È anche possibile che la vostra situazione non vi abbia permesso nel passato di ottenere un’autorizzazione ESTA e che, in seguito a dei cambiamenti importanti, siate ormai in condizione di ottenerla. È per esempio il caso delle domande rifiutate a causa di un paese di residenza non riconosciuto dal dispositivo, a causa di un soggiorno della durata di oltre 90 giorni oppure per via di una motivazione di viaggio non idonea. In questi casi, se vi trovate in una situazione di rispetto dei criteri di ammissione all’ESTA, potreste ottenere l’autorizzazione in occasione di una nuova domanda.

In certi casi, tuttavia, è inutile fare una nuova domanda di ESTA in seguito a un rifiuto perché non potreste in nessun caso ottenere questa autorizzazione. Per esempio, se avete ricevuto un rifiuto di autorizzazione al viaggio a causa della vostra situazione giudiziaria o del vostro stato di salute è molto probabile che il rifiuto venga ulteriormente confermato.

 

Il rifiuto dell’ESTA permette di ottenere un visto per gli Stati Uniti?

Le persone che abbiano ricevuto un rifiuto da parte delle autorità incaricate di esaminare le domande di autorizzazione ESTA possono tentare di recarsi negli Stati Uniti utilizzando un altro mezzo legale. Per esempio, esiste la possibilità di richiedere un visto tradizionale se la situazione personale lo permette.

Le domande di visto possono essere utili in particolare alle persone che desiderano viaggiare negli USA ma non risiedono un uno dei paesi membri del dispositivo ESTA, se si desidera effettuare un soggiorno di oltre 90 giorni o se si desidera recarsi negli Stati Uniti per ragioni diverse dal turismo.

Per inoltrare una richiesta di visto dovete andare in un sito specifico che proponga un formulario online e riempirlo allo stesso modo di una domanda di ESTA. Tuttavia, ci sono alcune differenze di rilievo tra una domanda di ESTA ed una di visto. Per esempio, per una domanda di visto dovete inviare una foto di identità che rispetti i criteri previsti dalla legge. Dovrete inoltre inviare alcuni documenti giustificativi supplementari e, in certi casi, per chiudere la pratica, potrebbe essere necessario presentarsi a un colloquio.

Poiché i tempi di attesa per ottenere un visto sono molto più lunghi di quelli per una domanda di ESTA vi consigliamo di svolgere la pratica con un certo anticipo.

Ma attenzione! Se la vostra ESTA è stata rifiutata l’ottenimento del visto non è comunque automatico. Infatti, l’ottenimento del visto risponde ad alcune regole ben precise che è importante conoscere e rispettare. Di conseguenza, qualora non siate ammissibili all’autorizzazione ESTA, rimane comunque la possibilità che la domanda di visto sia anch’essa rifiutata in funzione delle risposte che avrete fornito nel formulario di domanda online. Per saperne di più a proposito delle condizioni di rilascio del visto per gli Stati Uniti, andate nel sito dell’ambasciata statunitense del vostro paese di residenza: vi troverete le informazioni che è importante conoscere e le indicazioni per effettuare la domanda.

In definitiva, sebbene esistano altre possibilità per recarsi negli Stati Uniti nonostante il rifiuto della vostra ESTA, non potete comunque avere la garanzia di ottenere un’autorizzazione al viaggio che dipende prima di tutto dalla vostra situazione personale.

Fare domanda di ESTA