La procedura ufficiale di richiesta di ESTA

Già da alcuni anni, chiunque desideri recarsi negli Stati Uniti, per turismo o per affari, è obbligato a presentare alla frontiera un documento ufficiale denominato ESTA. Ma cos'è questo documento e, soprattutto, come fare facilmente la domanda per ottenerlo e preparare così l'arrivo sul suolo statunitense? É quanto vi proponiamo di scoprire qui in dettaglio per semplificare le vostre pratiche amministrative.  

Fare domanda di ESTA
Valutazione: 4.27 52 voti

Perché è necessario fare domanda del documento ESTA ufficiale?

Come è noto, quando si viaggia al di fuori dell'Unione Europea si deve essere in possesso di un visto nella debita forma poiché, in caso contrario, si rischia di essere bloccati alla frontiera. É il caso per numerosi paesi. Ma gli Stati Uniti hanno recentemente deciso di semplificare le pratiche dei viaggiatori che desiderino recarvisi creando un nuovo documento ufficiale che sostituisce il visto classico, proposto ai cittadini dei paesi che hanno aderito a questa nuova modalità.

Tale documento si chiama ESTA ed è indispensabile farne domanda prima di cominciare il proprio viaggio verso gli Stati Uniti; servirà ad attraversare la frontiera statunitense ma sarà anche richiesto all'inizio del viaggio ovvero al momento di imbarcarsi a bordo dell'aereo o della nave che porterà a destinazione. Le compagnie di trasporto internazionali sono infatti associate alle autorità statunitensi ed effettuano un controllo sistematico dei loro passeggeri per assicurarsi che ciascuno abbia correttamente fatto una domanda di documento ESTA ufficiale.

Se si cerca di partire per gli Stati Uniti senza tale documento registrato a proprio nome ci sono ottime probabilità che non ci si possa imbarcare.

 

Come fare una domanda di documento ESTA ufficiale?

Mentre un tempo fare una domanda di visto era molto complicato e richiedeva di recarsi in vari uffici amministrativi e di produrre vari documenti, con l'ESTA le cose sono state molto semplificate. Oggi si può infatti fare una domanda di questo documento ufficiale direttamente online e ciò non richiede che alcuni minuti.

Le sole cose necessarie per fare una domanda di ESTA online sono le seguenti:

  • Delle informazioni relative al richiedente e agli altri passeggeri che lo accompagnano.
  • Il proprio numero di passaporto.
  • Un sistema di pagamento (carta bancaria)

Bisognerà quindi compilare un semplice questionario online rispondendo ad una lista di domande tese in primo luogo a conoscere le ragioni del viaggio, la durata del soggiorno e ad essere registrati presso il servizio di immigrazione statunitense.

Una volta fatta la domanda bisognerà effettuare un pagamento, necessario a coprire le spese amministrative, e si riceverà la propria attestazione ESTA ufficiale direttamente nella propria casella e-mail in un tempo variabile da alcune ore ad alcuni giorni. Si potrà quindi a questo punto stampare il proprio documento ESTA ufficiale per presentarlo quando necessario alle autorità competenti.

 

Quali sono i tempi di trattamento di una richiesta di autorizzazione ESTA ufficiale?

Una volta riempito correttamente il questionario di domanda di autorizzazione ESTA, dopo averlo verificato, aver validato le informazioni comunicate ed aver effettuato il pagamento, le autorità statunitensi in carico all’immigrazione studieranno la vostra domanda e verificheranno punto per punto la veridicità delle vostre risposte e l’ammissibilità della domanda ad una autorizzazione di soggiorno.

La riposta alla domanda viene inviata entro un tempo massimo di 72 ore sebbene nella maggior parte dei casi si ottenga una risposta in pochi minuti soltanto. Questo tempo di trattamento estremamente breve e rapido si deve al fatto che la domanda viene effettuata online ed è verificata da dei software.

Tuttavia, sebbene abbiate bisogno di pochi giorni soltanto per ottenere l’autorizzazione ESTA ufficiale per viaggiare negli Stati Uniti, vi raccomandiamo vivamente di procedere a queste pratiche diverse settimane prima della data della partenza. Infatti in caso di rifiuto avrete così la possibilità di inoltrare una nuova domanda rispettando il tempo minimo di 10 giorni tra ogni inoltro e di inoltrare una domanda di visto, procedura ben più lunga, se necessario.

 

Che fare se non si riceve l’autorizzazione ufficiale ESTA a seguito della domanda?

Se, passate le 72 ore, non avete ricevuto nessuna e-mail indicante se il documento ufficiale ESTA è stato concesso, possono esserci diverse spiegazioni:

  • La prima è semplicissima e dipende dal fatto che la maggior parte delle mail provenienti da mittenti sconosciuti vengono automaticamente trasferite nello spam o nella posta indesiderata della vostra casella e-mail.
  • Un’altra spiegazione riguarda il mancato pagamento delle spese relative allo studio della vostra richiesta e che devono essere saldate a fine procedura per poter trasferire la domanda.
  • Infine è possibile che l’indirizzo e-mail che avete indicato al momento della domanda non sia corretto e che non possiate quindi ricevere la risposta.

Nel caso in cui la vostra autorizzazione ufficiale ESTA non si trovi tra la vostra posta indesiderata, è possibile inoltrare una nuova domanda online riprendendo la procedura dal principio. A quel punto dovreste ricevere una risposta rapida.

 

Esiste un altro metodo di inoltrare una domanda di autorizzazione ufficiale ESTA che non sia online?

Il dispositivo ESTA è stato concepito espressamente per semplificare le pratiche dei viaggiatori di alcuni paesi con destinazione gli Stati Uniti e per questo funziona soltanto online attraverso un formulario elettronico. Non è quindi possibile procurarsi questo formulario in versione cartacea per inoltrarlo via posta.

Se non desiderate svolgere questa pratica via Internet ma volete ugualmente recarvi negli Stati Uniti, l’unica soluzione consiste nell’inoltrare una domanda di visto passando per l’ambasciata statunitense del vostro paese di residenza. Potrete allora effettuare delle pratiche materiali che rimangono però sempre lunghe e fastidiose.

 

Bisogna stampare il documento ESTA quando lo si riceve?

Come abbiamo appena visto, generalmente bastano poche ore per ricevere l’autorizzazione ESTA ed avere così l’autorizzazione a viaggiare negli Stati Uniti. Ma una volta ricevuto il documento, bisogna stamparlo?

In realtà non esiste un obbligo di stampare l’ESTA per il proprio viaggio. Si tratta infatti di un documento elettronico che viene collegato per via informatica e centralizzata al proprio passaporto, il che significa che le autorità dell’immigrazione statunitense così come le compagnie di viaggio possono accedervi e verificarlo tramite un semplice lettore digitale. Non dovrete quindi mai presentare l’ESTA in formato cartaceo.

Alcuni preferiscono però conservare comunque una traccia fisica di questa registrazione stampando la propria ESTA, il che è ovviamente possibile e permette di conservare in particolare il numero della pratica, indispensabile per effettuare certe modifiche o per sapere quando scade l’autorizzazione.

Se non disponete di una stampante a casa vostra, sappiate che alcuni fornitori di servizi come il partner che vi consigliamo propongono un servizio supplementare: potete richiedere di ricevere l’ESTA via posta direttamente a casa vostra. In questo modo disporrete contemporaneamente dell’autorizzazione in formato elettronico collegata al vostro passaporto e di una traccia scritta della vostra richiesta.

 

Quali sono gli altri documenti ufficiali necessari per viaggiare negli Stati Uniti?

Ormai sapete che l’autorizzazione ESTA è indispensabile per recarsi negli Stati Uniti se non si dispone di un visto ma ovviamente non è il solo documento ufficiale necessario per questo viaggio. È infatti ugualmente indispensabile disporre di un passaporto biometrico o elettronico valido e la cui validità copra l’intero viaggio.

Il passaporto, del resto, è indispensabile per la domanda di ESTA in quanto tale perché per riempire il modulo online viene richiesto un numero di passaporto valido, visto che è a questo passaporto che l’ESTA verrà collegata.

È perciò fondamentale che il passaporto di cui avete fornito il numero al momento della domanda online sia lo stesso con cui vi presenterete al momento del viaggio. Se il passaporto scade prima del viaggio, vi consigliamo di rinnovarlo prima di inoltrare la domanda di ESTA. Se lo rinnovate dopo aver inoltrato la domanda, la vostra ESTA non sarà visibile e non sarà quindi valida, essendo collegata al vecchio numero di passaporto. Dovrete perciò inoltrare una nuova domanda di ESTA completa, che ovviamente dovrete pagare di nuovo.

Oltre al passaporto e all’ESTA, non è necessario nessun altro documento ufficiale per recarsi negli USA. Non avete bisogno, per esempio, di una carta d’identità, essendo il passaporto già un documento di identità valido. Pensate invece a portare con voi la patente qualora vogliate guidare un veicolo sul posto, visto che la patente italiana è valida in molti stati degli Stati Uniti, anche se talvolta soltanto per i titolari di ESTA o se accompagnata dalla patente internazionale.

 

Esistono altri documenti ufficiali che permettono di viaggiare negli Stati Uniti?

L’autorizzazione ESTA è uno dei documenti ufficiali che permettono di viaggiare negli Stati Uniti ma esiste anche un altro documento legale che permette di recarsi negli USA: il visto. A seconda del tipo di viaggio che state preparando o della vostra nazionalità potrete orientarvi verso una o l’atra di queste autorizzazioni.

Quindi, se risiedete in uno dei paesi membri del dispositivo ESTA e rispettate le condizioni di viaggio previste, ovvero un soggiorno inferiore ai 90 giorni a scopo di turismo o di visita ad amici e familiari, vi converrà utilizzare l’autorizzazione ESTA per recarvi in questo paese perché la pratica è molto più semplice di quella per la richiesta di visto.

Se al contrario desiderate recarvi negli Stati Uniti per un soggiorno di oltre 3 mesi, oppure volete seguire degli studi o lavorare oppure non fate parte di uno dei paesi membri del dispositivo ESTA, dovrete inoltrare una domanda di visto tradizionale.

Per farlo potete comunque utilizzare un servizio online ma dovrete, oltre a riempire un semplice modulo, fornire dei documenti ufficiali e della documentazione aggiuntiva. I tempi di attesa sono tuttavia ben più lunghi di quelli per l’ESTA e dovrete attendere anche diverse settimane prima di ottenere un visto. Per le richieste di visto, dovrete in ogni caso essere in possesso di un passaporto valido e che copra l’intero vostro soggiorno.

Vi consigliamo quindi, quando possibile, di profittare del programma di esenzione dal visto ESTA che offre numerosi vantaggi in termini di tempo e di costi e che permette di recarsi più semplicemente negli Stati Uniti per un periodo di due anni.

Fare domanda di ESTA